Menu
Ingressi e prenotazioni

Prenotazioni Terme di Saturnia

Prenota l'Hotel Terme di Saturnia

Prenotando l'Hotel l'entrata alle Terme è inclusa

Prenotazioni Terme di Saturnia

Prenota entrata Terme

La storia, tra mito e leggenda

Il Mito narra che Saturno, dio delle messi e dell’abbondanza, un giorno perse la pazienza nell’assistere alle costanti guerre degli uomini. Allora prese un fulmine e lo scagliò nel cratere di un vulcano, dal quale zampillò un fiume d’acqua sulfurea molto calda che si riversò per valli, monti e pianure, avvolgendo uomini e cose ed acquietando finalmente gli animi. Iniziò così l’età dell’oro dedicata a Saturno, un’epoca felice, illuminata dalla bellezza delle donne e dalla forza degli uomini, convertiti all’agricoltura, alla caccia e all’amore. Teatro della leggenda era il cuore della Maremma toscana, Saturnia, dove tuttora quell’acqua sgorga alla temperatura costante di 37,5°C.

Al di là della leggenda, secondo cui Saturnia è stata la più antica città italica, quello che si sa per certo è che già esisteva ai tempi degli Etruschi, con il nome di Aurinia, poi ribattezzata Saturnia dai romani. Gli anni del Cristianesimo e del Medioevo furono anni bui per le terme, considerate infatti luoghi di lussuria e di perdizione. Ma fu proprio dalle ceneri del Medioevo che prese vita l’idroterapia e con essa le Terme di Saturnia. Riacquisito il prestigio le Terme furono oggetto di contese tra i feudatari locali, gli Aldobrandeschi di Santa Fiora e quelli di Sovana. Da allora fu un avvicendarsi di contese e di padroni, fino al 1454, quando le Terme furono completamente ristrutturate all’interno di un grande progetto di bonifica e rifiorirono grazie ai coloni piacentini, romagnoli e lombardi che domandarono ed ottennero la concessione dei Bagni Saturnia. Le Terme di Saturnia erano ancora floride sotto il Granducato di Cosimo II di Firenze e considerate prodigiose per il trattamento delle malattie della pelle alle soglie del ‘700.

Ma la vera svolta verso la modernità si ha nel 1865, quando proprietari delle Terme diventano i Ciacci, che procedettero alla bonifica del sito, alla razionalizzazione delle vasche e al restauro degli edifici, creando le premesse per la nascita dello stabilimento termale vero e proprio. Col volgere del secolo tocca a Gaspero Ciacci compiere un ulteriore passo nella valorizzazione delle sorgenti termali: è lui che nel 1919 costruisce il primo albergo e commissiona all’Università di Pisa le prime analisi chimiche scientificamente complete delle acque di Saturnia. Nel 1946 i Ciacci cedono le Terme ai signori Passalacqua e questi, nel 1956, le passano alla Società Terme di Saturnia, con sede a Roma. Attualmente Terme di Saturnia è proprietà del gruppo York Capital e Feidos.

  • 01_terme-di-saturnia-toscana-storia.jpg
  • 02_terme-di-saturnia-toscana-storia.jpg
  • 03_terme-di-saturnia-toscana-storia.jpg
  • 04_terme-di-saturnia-toscana-storia.jpg